Ecoway TravelEcoway Travel
Forgot password?

Due giorni al cospetto del ghiacciaio Fellaria

Ripensare il futuro:

Due giorni al cospetto del ghiacciaio Fellaria

dal 5 al 6 settembre

Con Naturalista, zoologo e Accompagnatore di Media Montagna, Samuele Romagnoli

ULTIMI 3 POSTI

Ripensare il futuro

Due giorni al cospetto del ghiacciaio Fellaria

Un reduce climatico ci parlerà della sua storia recente e dei problemi del riscaldamento globale. Il futuro è ancora tutto da scrivere e se il passato e il presente ci parlano ancora di disastri ambientali, riscaldamento globale e inquinamento sfrenato il nostro futuro potrebbe invece essere ripensato in ottica di sostenibilità e attenzione alla nostra impronta sull’ambiente. Le aree glacializzate sono ancora importanti rifugi per flora e fauna alpina alla strenua ricerca di temperature più basse. Quando spariranno i ghiacciai cosa succederà?

Durante questa due giorni entreremo in punta di piedi nel paesaggio selvaggio e spettacolare che offre una piana proglaciale. Ammireremo la bellezza del ghiacciaio e del suo paesaggio. Dalle grandi morene al lago del ghiacciaio con i suoi iceberg. Immagineremo com’era nel passato e penseremo al suo ritiro degli ultimi decenni anche un po’ a causa nostra.

 

5 settembre

Partenza con propri mezzi la mattina presto per Alpe Gera. Incontro con il resto del gruppo alle ore 10.00/10.30 (l’orario preciso verrà concordato insieme all’accompagnatore prima della partenza).

Verrà condivisa la posizione tramite Whatsapp a tutti i partecipanti, e ci sarà modo di organizzarsi prima dell’escursione con gli altri iscritti per partire eventualmente insieme.

Incominciamo la nostra escursione percorrendo il sentiero fino al Rifugio Bignami (ca 1h.30, 300m D+), che ci ospiterà per la notte. Arrivo in rifugio, possibilità di pranzo al sacco o pranzo in rifugio.

Nel pomeriggio possibilità di una prima escursione sulla morena del Ghiacciaio Fellaria Ovest (2h ca.; 200m D+ .ca)

Cena e pernottamento al Rifugio.

 

6 settembre

Prima colazione. Ci ritroviamo alle 08 per l’escursione lungo il sentiero geologico fino al Lago Fellaria (circa 2h 30, 200m D+ .ca). Pranzo al sacco. Rientro nel pomeriggio ai parcheggi.

 

QUOTE

Quota a persona in camera condivisa €150,00

La quota include:

  • Pernottamento in rifugio in camera condivisa ( con bagno condiviso)
  • Cena tipica di montagna in rifugio (escluse bevande)
  • Prima colazione
  • Accompagnatore di media montagna e naturalista
  • Assicurazione medica

La quota non include:

Pasti non citati (consigliamo il pranzo al sacco), bevande, trasporto fino al punto d’incontro (sarà creato un gruppo whatsapp per organizzarvi con altri partecipanti)

 

Alloggio logistica

Il ritrovo sarà presso il parcheggio di Alpe Gera (2h30 .ca da Milano). Da Milano S.S. 36 Spluga: Milano – Lecco – Colico -> S.S. 38: Colico – Sondrio -> S.P. della Valmalenco: Sondrio – Lanzada – Campo Moro.

Pernotteremo al Rifugio Bignami. Ci muoveremo su sentieri di difficoltà escursionistica, facili ma pur sempre sentieri (vedi “equipaggiamento consigliato”). Le escursioni sono accessibili e fattibili per tutti i livelli di allenamento.


Equipaggiamento consigliato

Zaino comodo da escursionismo, abbigliamento a strati, giacca impermeabile (in caso di mal tempo), scarponcini alla caviglia con suola scolpita, borraccia 1l, necessario per notte in rifugio (saccolenzuolo e/o sacco a pelo, federa)

 

Samuele Romagnoli: Naturalista e zoologo laureato in Scienze Naturali all’Università Statale di Milano. Fin da piccolo affascinato dalla natura in tutte le sue forme, la cerca lontano dalla città e la trova tra le montagne. Ogni uscita zaino in spalla, che sia un trekking di pochi giorni o un viaggio, è per lui un’occasione di arricchimento unica e un ritorno al suo habitat naturale. Conduce ricerche sul comportamento degli anfibi e la loro conservazione. Appassionato di fotografia naturalistica, soggetti preferiti sono rane, serpenti e orchidee selvatiche. Coltiva il fascino dell’esplorazione e della ricerca di valli e luoghi poco frequentati e lontani dal turismo di massa. “La bellezza è negli occhi di chi guarda”.

 

Grazie a Andrea Toffaletti per le splendide foto!

Ghiacciaio Fellaria